Buzz + CSR, un’accoppiata vincente

Il brand di cui voglio parlarvi oggi è Häagen-Dazs, azienda americana operante nel settore della gelateria. Praticamente sconosciuta in Italia, probabilmente per la nostra esperienza nel campo, ma affermata a livello internazionale, l’azienda, per differenziarsi dalla concorrenza, punta sul made like no other, sottolineando l’utilizzo di ingredienti naturali e il processo di lavorazione artigianale.

Piccola presentazione per parlarvi però, ovviamente, della sua ultima campagna pubblicitaria: Häagen-Dazs Loves Honey Bees.

Häagen-Dazs rivela che il 40% dei suoi gusti vengono prodotti utilizzano il miele delle api, insetto il cui tasso di mortalità sta aumentando in maniera allarmante. Ed ecco da dove nasce questa campagna di sensibilizzazione che sta riscuotendo grande successo per la Rete.

Come anticipato nel titolo, si tratta di un’operazione di Corporate Social Responsibility promossa, o meglio basata, sul Buzz Marketing. Il fine della campagna è infatti quello di aumentare la conoscenza su quanto sta accadendo. Il sito creato ad hoc e il video caricato su You Tube stanno svolgendo bene il loro lavoro: entrambi ben fatti ed insoliti nel loro genere, sono riusciti ad attirare l’attenzione delle persone e a mettere in moto il tanto amato passaparola.

Sul sito nella sezione come puoi aiutare? è possibile scaricare ed inviare ad amici il seed paper, documento in cui vengono fornite informazioni tanto sul problema, quanto sul modo migliore per affrontarlo. E’ inoltre possibile creare la propria ape personalizzata per poi farla volare, via mail, in cerca d’aiuto o scaricare nella sezione store wallpaper e screensaver, piuttosto che acquistare le magliette Help the Honey Bees dando così il proprio contributo alla ricerca.

Una delle prime regole da seguire quando si decide di prendere la strada etica è di impegnarsi in un settore strettamente legato all’azienda o all’ambiente nel quale opera. La scelta non verrà così letta come l’ennesima trovata pubblicitaria. Häagen-Dazs l’ha rispettata alla lettera!

La Corporate Social Responsibility è uno dei nuovi così detti territori della marca. Farsi conoscere e al contempo migliorare la propria reputazione sono obiettivi alla base di ogni strategia di comunicazione e con questo strumento sono entrambi raggiungibili. Un po’ come il progetto Nike di cui vi ho parlato pochi giorni fa: promuovere un nuovo prodotto, creare un evento, ma soprattutto fare beneficenza…

La Rete, per la CSR, è davvero una valida alleata!

6 Responses to “Buzz + CSR, un’accoppiata vincente”


  1. 1 Gianluca settembre 12, 2008 alle 2:06 pm

    Questo progetto rappresenta un ulteriore esempio della possibile “contaminazione” tra il mondo profit e quelolo non profit. La richista di una “collaborazione di massa” è sicuramente agevolata se veicolata da aziende che abitualmente utilizzano strumenti di comunicazione e di marketing. Häagen-Dazs mette a disposizione non solo le proprie competenze ma anche la capacità di coinvolgere i propri clienti nella possibilità di fornire delle risposte ad esigenze sociali. Il possibile limite di iniziative simile, come raccontate anche nell’ultimo libro di Kotler sulla responsabilità sociale d’impresa, può essere rappresentato dalla difficioltà delle organizzazioni non profit nel cogliere queste opportunità.

  2. 2 flavia85 settembre 13, 2008 alle 1:28 pm

    In effetti alle organizzazioni profit è richiesto un sempre maggiore impegno sociale. Il mondo del no profit dovrebbe approfittarne… Entrambi avrebbero da guadagnarci!

  3. 3 Alessandro settembre 15, 2008 alle 5:24 pm

    Sono d’accordo con te CSR è fare del business, come promuovere un prodotto, in forma trasparente e partecipativa, eventi e rete sono il top, ma direi che fare beneficenza è ancora concepirla in modo riduttivo. Riuscire a mettere a disposizione della società doti imprenditoriali e strutture aziendali è in questo che, a mio giudizio, si realizzare la Corporate Scocial Responsibility.

  4. 4 flavia85 settembre 15, 2008 alle 5:43 pm

    Certo, fare beneficenza è solo una delle tante possibilità. Sono pienamente d’accordo quando parli di mettere a disposizione della società doti imprenditoriali e strutture aziendali. Penso ad esempio alla CSR di Coop quindi al suo intrecciare rapporti con il mondo delle Università lombarde e proporre percorsi di educazione al consumo all’interno dei suoi punti vendita… Le possibilità sono infinite…


  1. 1 Buzz + Marketing esperienziale « brand 2.0 Trackback su settembre 8, 2008 alle 3:25 pm
  2. 2 Buzz + Street marketing « brand 2.0 Trackback su febbraio 24, 2009 alle 1:26 pm

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




Add to Technorati Favorites

My del.icio.us

Recent Readers

View My Profile View My Profile View My Profile View My Profile
Internet Blogs - Blog Catalog Blog Directory
Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: