Posts Tagged 'blog'

Esercito e social media

Ieri mattina per la prima volta mi sono trovata “dall’altra parte della scrivania “: ho tenuto presso la caserma di Pesaro una lezione sui social media, naturalmente sotto la supervisione del mio ex relatore, Marcello Zeppa, che ha organizzato l’intero corso di formazione.

E’ stata davvero una bella eperienza. Mi è stata fatta notare una postura che denotava timidezza ma per il resto direi che è andato tutto bene. (naturalmente i commenti dei partecipanti sono ben accetti ;) )

Sotto le slide che ho preparato per l’incontro. Nella prima parte mi concentro più sulle motivazioni che dovrebbero spingere l’esercito italiano ad essere presente online, mentre nella seconda l’approcio è decisamente più pratico e riguarda la costruzione di un blog con la piattaforma WordPress.com.

Una precisazione rispetto una domanda che mi è stata posta sulla possibilità di creare un blog in due lingue differenti. Ho guardato un po’ come si comportano gli altri blog e direi che se volete avere pieno controllo sulle traduzioni (come immagino vista l’importanza di una buona comunicazione nel vostro lavoro) e magari scrivere anche contenuti differenti (visti i divesi target cui vi rivolgete), conviene crare due blog, magari accomunati dalla grafica e legati attraverso link. Altrimenti, come avevo supposto anche a lezione, Wordpess.org (non .com) offre un plugin gratuito, Global Translator, che traduce ed indicizza in automatico il tuo blog in 41 differenti lingue, tra cui anche l’arabo.

Per ulteriori domande sono a vostra disposizione, come immagino lo saranno anche i miei lettori.

Grazie e buon lavoro.

La pubblicazione della mia tesi

E dopo le slide, questa è la volta della tesi vera e propria. Per chi non se lo ricordasse (anche perchè è abbastanza lungo) il titolo della tesi è “Il tuo nome ti precede”. Corporate Reputation, asset strategico per costruire vantaggio competitivo sui mercati globali.

Scegliere dove pubblicarla non è stato facile. All’inizio ho cercato tra le diverse applicazioni che offre la Rete ritrovandomi sempre di fronte a servizi che richiedevano pagamenti, o da parte mia per pubblicarla, o da parte di chi avrebbe voluto leggersela integralmente.

Molto dubbiosa sul da fare ho deciso allora di  chiedere consiglio su FrienFeed e subito mi hanno risposto Adriano, Michele ed Enzo, che ringrazio. Alla fine la mia scelta è quindi caduta su Box.net, in particolare sulla sua offerta di spazio gratuito con Box Lite.

Ma non è finita qui. Tutti i siti che parlavano di Box Lite rimandavano al sito Box.net ed io da qui non riuscivo (e non riesco tutt’ora) a trovare il link a Lite. Questa volta però mi sono “arrangiata” e ho chiesto aiuto attraverso la chat, mediante la quale un operatore mi ha prontamente risposto inviandomi il link al servizio Lite.

Insomma, è stata dura ma ce l’ho fatta: eccovi la mia tesi (che inserirò anche tra i widget).

Adesso tocca a voi, fatemi sapere cosa ne pensate! ;)

Sitonomy sottopone siti ai “raggi x”

Se siete del mestiere o Internet è la vostra passione chissà quante volte vi sarete chiesti di fronte ad un sito che funziona quali strumenti vengano utilizzati dai suoi amministratori.

Leggendo il blog di Gianluigi Zarantonello vengo a scoprire dell’esistenza di Sitonomy, un’applicazione web che permette di analizzare l’anatomia di un sito, ovvero di scoprire come è realizzato.

E se è vero che guardando s’impara, il sito può rivelarsi davvero utile per tutti coloro che vogliono capire quali servizi per siti e blog sono disponibili on-line. Sitonomy oltre a rivelare cms, sistemi di gestione degli annunci pubblicitari, widget integrati, sottoscrizioni e strumenti di statistica, informa l’utente sulla percentuale d’utilizzo del servizio e su quali alternative il mercato offre. Basta inserire  l’indirizzo del sito che si vuole analizzare e il gioco è fatto.

“Anatomizzando” il blog di Gianluigi ho ad esempio scoperto che utilizza Add This, un servizio che offre il codice da inserire all’interno del proprio blog per la condivisione di contenuto. Un servizio che avevo cercato non appena aperto il blog e che non ero riuscita a trovare. Ora, grazie a Sitonomy, oltre a conoscere AddThis, sono al corrente anche delle sue alternative. Ed eccolo qua, il mio bottone per la condivisione di contenuti. Avrei voluto installare il plug in di wordpress ma è possibile solo sulla piattaforma wordpress.org. Ci accontentermo ;)


Add to Technorati Favorites

My del.icio.us

Recent Readers

View My Profile View My Profile View My Profile View My Profile
Internet Blogs - Blog Catalog Blog Directory
Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.